Live Fast, Dye Young: affari e bellezza a Jackson Heights

di Akanksha Kapur e Genevieve Sipes

Jaime Hernandez, proprietario del salone di bellezza e boutique Pilatos, posa per una foto. (Genevieve Sipes / School of the New York Times)

Con i suoni ruggenti degli asciugacapelli, la musica ad alto volume e le chiacchiere che riempiono l’aria del Pilatos Hair Salon and Boutique, un uomo riesce a rimanere calmo, raccolto e concentrato sul rovente martedì pomeriggio.

“Dammi solo due minuti”, dice Jaime Hernandez alzando lo sguardo dal morire accuratamente i capelli lunghi di una giovane donna.

Hernandez, 52 anni, originario della Colombia, possiede il salone e la spa nel quartiere straordinariamente vario di Jackson Heights, New York.

Per un uomo sulla cinquantina, non sembra avere più di 40 anni, con i suoi lunghi capelli tinti di un colore grigio alla moda e tirati indietro in una crocchia, con la faccia libera dalle rughe.

Hernandez gestisce il suo salone, che offre servizi come estensioni dei capelli, tinture per capelli, tagli di capelli per uomini e donne, nonché manicure e pedicure, da 32 anni. Assume più dipendenti di sesso maschile, che lasciano continuamente i clienti soddisfatti del loro aspetto.

“La bellezza è come l’arte”, disse Hernandez guardando fuori dalla finestra del suo salone. Un sorriso si allargò lentamente sul suo viso. “È come dipingere e il viso è la tela”.

Prima di emigrare negli Stati Uniti, Hernandez ha lavorato con sua nonna e sua madre nei loro saloni di bellezza in Colombia.

Quando si vive in Colombia, essere un estetista maschio è una sfida. I ruoli di genere in Colombia sono seguiti da vicino, ed era inaccettabile che un uomo lavorasse in un salone di bellezza. Ha detto che la gente pensava che fosse gay perché era un uomo che lavorava in un’industria femminile.

“Non importa cosa pensano gli altri, sto facendo ciò che amo”, ha detto Hernandez.

Quando sua madre si trasferì negli Stati Uniti, decise di seguirla.

Ha aperto un salone di bellezza a Jackson Heights nel 1984 e ha iniziato a lavorare nel suo negozio a 16 anni. Ha assunto la direzione nel 1996.

Vista sulla strada del Pilatos Beauty Salon e Boutique su Northern Boulevard a Jackson Heights, New York. (Genevieve Sipes / School of the New York Times)

Hernandez ha scelto di avviare la sua attività a Jackson Heights proprio perché ha una popolazione così ampia e diversificata. Il suo ultimo salone si trova sulla 80th Street e Northern Boulevard, tra Leños Bar and Restaurant e Bazaar New York Clothing Store. Ha una clientela dall’America Latina e dall’Europa, e occasionalmente ha clienti che provengono dalla Carolina del Nord, dalla Pennsylvania e da altri stati degli Stati Uniti per i suoi servizi.

“Mi piace vedere i sorrisi sui loro volti quando vedono i loro nuovi capelli”, ha detto Hernandez.

In Jackson Heights, Hernandez è popolare tra la comunità e non ha affrontato alcuna forma di razzismo.

Jamie Hernandez sta lavorando per morire i capelli di una donna. (Genevieve Sipes / School of the New York Times)

“Le donne colombiane cercano di raggiungere la perfezione quando si tratta di bellezza”, ha affermato Hernandez.

In Colombia, ha spiegato, gli standard di bellezza culturale sono fortemente influenzati dagli standard di bellezza europei, tra cui avere i capelli lunghi e le labbra carnose pur mantenendo l’aspetto naturale.

“Le tendenze della bellezza sono fortemente dettate dai media e dalle celebrità”, ha affermato Hernandez.

È contrario all’uso di Photoshop per alterare la realtà di ciò che un modello assomiglia veramente al fine di rappresentare standard di bellezza come minuscoli punti vita, sopracciglia folte, labbra carnose, capelli lunghi e pelle chiara e chiara, che sono quasi impossibili da ottenere naturalmente .

“Photoshop e i media mostrano solo un tipo di bellezza, ci sono molti tipi di bellezza con dimensioni, colore della pelle e genere diversi”, riflette Hernandez.

“La bellezza non conosce limiti.”